Il Self Check-in: Vantaggi e Innovazioni nell’Era dell’Ospitalità Virtuale

Negli ultimi anni, il settore alberghiero ha assistito a una trasformazione epocale guidata dall’innovazione tecnologica. Tra le nuove tendenze che stanno rivoluzionando l’ospitalità, spicca il Self Check-in, un processo che permette agli ospiti di effettuare autonomamente il check-in senza dover interagire direttamente con il personale dell’hotel, dell’appartamento o del B&B.

Cos’è il Self Check-in e Come Funziona

Il Self Check-in consente agli ospiti di accedere alle loro sistemazioni utilizzando strumenti e soluzioni domotiche, evitando code alla reception e interazioni dirette con il personale. Questo processo può coinvolgere l’apertura di porte, cancelli e accessi tramite app, codici numerici o dispositivi smart. In un’epoca in cui il distanziamento sociale è diventato cruciale, il Self Check-in è diventato un servizio molto apprezzato sia dagli host che dai viaggiatori.

Secondo alcuni studi, l’86% degli ospiti preferisce strutture che offrono servizi self-service senza contatto, come il check-in tramite dispositivi mobili. Questa tendenza ha visto una crescita ancor prima dell’emergenza sanitaria, ma la crisi attuale ha accelerato ulteriormente l’adozione di questa pratica.

Modalità di Self Check-in

Ci sono diverse modalità per implementare il Self Check-in:

  1. Cassetta a Codice: Una cassetta di sicurezza situata fuori dalla porta dell’alloggio contenente le chiavi. Tuttavia, questa opzione potrebbe non essere la più sicura in quanto non consente di verificare l’identità degli ospiti prima dell’accesso.
  2. Serratura Elettronica: Questa opzione permette l’accesso tramite smartphone, codice numerico o tecnologia NFC (smart card). La serratura elettronica comunica con il software per il check-in online, creando una chiave digitale per ogni prenotazione, eliminando la necessità di chiavi fisiche.
  3. Dispositivo Smart per il Citofono: Un dispositivo collegato al citofono all’interno della struttura consente di aprire il portone d’ingresso in modo autonomo.

Il Self Check-in, soprattutto in una versione avanzata come Vikey, rappresenta un esempio di ospitalità virtuale intuitiva, sicura e veloce. Gli ospiti possono accedere alla loro sistemazione senza dover attendere l’host, mentre gli albergatori possono gestire le formalità amministrative in anticipo, come l’invio dei documenti alla questura e il pagamento del soggiorno, liberando tempo per migliorare l’esperienza degli ospiti.

I Vantaggi del Self Check-in

L’implementazione del Self Check-in offre numerosi vantaggi sia agli host che agli ospiti:

  1. Maggiore Visibilità: La presenza del Self Check-in su portali di prenotazione come Airbnb è un filtro sempre più utilizzato dai viaggiatori, aumentando la visibilità dell’alloggio.
  2. Aumento delle Entrate: Gli host possono accettare prenotazioni last-minute o late check-in senza dover essere fisicamente presenti per la consegna delle chiavi.
  3. Velocità delle Operazioni: Il processo di check-in diventa meno stressante per gli ospiti e più rapido per il personale dell’hotel.
  4. Risparmio di Tempo: Gli ospiti possono gestire il loro arrivo in autonomia, entrando in casa anche in caso di ritardo.
  5. Miglior Utilizzo delle Risorse: Le piattaforme di Self Check-in sono integrate nei sistemi di gestione delle proprietà, semplificando la gestione delle prenotazioni e delle operazioni amministrative.
  6. Riduzione degli Errori Umani: Il Self Check-in automatizza il processo di registrazione, riducendo il rischio di errori nei dati dei clienti.
  7. Personalizzazione: I dati raccolti tramite il check-in remoto consentono una personalizzazione avanzata dell’esperienza dell’ospite.
  8. Rispetto dei Protocolli di Salute e Sicurezza: Il Self Check-in aiuta a ridurre le code alla reception e a mantenere il distanziamento sociale, contribuendo a rispettare le norme di sicurezza, specialmente durante la pandemia.

Conclusione: Il Futuro dell’Ospitalità Virtuale

Nonostante le iniziali preoccupazioni riguardo alla perdita dell’essenza dell’ospitalità tradizionale, il Self Check-in e altre soluzioni self-service possono migliorare la fedeltà dei clienti e stabilire un legame emotivo con la struttura. Gli ospiti desiderano esperienze senza attriti e immediatamente comprensibili, e la tecnologia digitale è un alleato fondamentale per garantire la privacy e la sicurezza degli ospiti.

L’Hospitality Virtuale si inserisce in un contesto in cui la tecnologia sta influenzando l’ospitalità in molti modi, soddisfacendo le esigenze dei viaggiatori moderni, compresi i nomadi digitali. La domotica, oltre al Self Check-in, sta rivoluzionando anche il controllo dei consumi energetici e la fornitura di servizi di reception e concierge virtuali, migliorando ulteriormente l’esperienza degli ospiti.

In conclusione, il Self Check-in è solo uno dei tanti esempi di come l’innovazione tecnologica stia trasformando il settore dell’ospitalità, rendendo le esperienze più efficienti, personalizzate e sicure.